NUOVO CONTO TERMICO


Dopo un periodo di consultazione pubblica, avviato a febbraio scorso, è in dirittura di arrivo il Nuovo Decreto Termico, che concede una detrazione fino al 65% per chi trasforma il suo immobile in “edificio a energia quasi zero”, utilizzando, oltre ai materiali opportuni per un’alta classe di isolamento termico, anche quegli impianti di produzione di energia rinnovabile e gestione domotica dei consumi che consentono di classificare l’immobile come tale.

Possono accedere agli incentivi i privati e le Pubbliche Amministrazioni. In queste ultime rientrano anche le cooperative di abitanti, che possono avvalersi delle Esco per la progettazione e realizzazione degli interventi.

Cosa sono le “ESCO”?

Sono: “società, comprese le imprese artigiane e le loro forme consortili, che (…) hanno come oggetto sociale, anche non esclusivo, l’offerta dei servizi integrati per la realizzazione e l’eventuale successiva gestione di interventi per la riduzione dei consumi energetici”. Possono essere costituite da una “persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici, ovvero altre misure di miglioramento dell’efficienza energetica nelle installazioni o nei locali dell’utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell’efficienza energetica conseguito e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti”.
Sono regolamentate dal D.L. 30 maggio 2008 n. 115
La bozza del decreto è scaricabile qui appresso. per chi fosse interessato, siamo come sempre a disposizione per fornire una proposta coerente all’obiettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *